• SS. Cirillo e Metodio
    padroni dei popoli slavi

    Nati a Tessalonica (Grecia) all'inizio del secolo IX, evangelizzarono i popoli slavi della Pannonia e della Moravia.

  • Arrivo dei fratelli a Roma

    Nel 867 Cirillo e Metodio si recarono a Roma. Al papa portarono le reliquie di San Clemente, ritrovate in Crimea.

  • Approvazione dei libri liturgici slavi

    Papa Adriano II. approvò le loro traduzioni della Bibbia e dei testi liturgici in lingua slava.

  • Ordinazione sacerdotale

    Il pontefice riservò Cirillo e Metodio un'accoglienza piuttosto positiva: persino ordinò sacerdoti i loro discepoli.

  • San Metodio fra
    i principi slavi

    Durante un successivo viaggio
    a Roma, Metodio venne consacrato vescovo: il papa lo fece legato per le genti slave. Cirillo morì a Roma nel 869.

  • San Gorazd
    e altri discepoli

    San Gorazd fu scelto come successore da Metodio prima della sua morte nel 885. Altri discepoli illustri erano Clemente, Nahum, Saba ed Angelario.